Laguna Secca, anima mediterranea e freschezza che conquista
News&Eventi

Laguna Secca, anima mediterranea e freschezza che conquista

In un confronto tra 3 Chardonnay italiani il bianco Mandrarossa si distingue per la sua freschezza e per i profumi

        Parte da una suggestione di Luciano Fiordiponti, autore del popolare blog “The Catcher in the wine”, l’idea di mettere a confronto tre Chardonnay italiani, tre vini provenienti da diverse latitudini, che avessero in comune solo questa varietà di uva.

La suggestione è quella di evidenziare come, in qualche modo, uno stesso vitigno, vinificato nello stesso modo ma in diverse parti d’Italia, riesca a riflettere questa variazione di latitudine e, allo stesso tempo, riesca a mantenere altre caratteristiche che lo rendono riconoscibile.

        L’esperimento ci interessa e in più ci premia.

Tra i tre vini scelti da Fiordiponti, che ne ha selezionato uno del nord (friulano), uno del centro (laziale) e uno del sud Italia (siciliano), c’è il nostro Mandrarossa Sicilia Chardonnay DOC “Laguna Secca” 2019.

        La valutazione del pattern olfattivo fatta dall’autore, coglie appieno l’anima dello Chardonnay Laguna Secca e il suo inconfondibile spirito mediterraneo. “Il profumo dello Chardonnay siciliano – scrive infatti Fiordiponti - rassomiglia più al suo omologo laziale nonostante sia più giovane, con sentori che qui si riscaldano ulteriormente, portando la pesca gialla di cui sopra a piena maturazione, spalleggiata da albicocca ed ananas. Intensa mineralità salmastra, cenni di erbe mediterranee, mimosa, zafferano e pepe rosa, oltre all’immancabile nota burrosa, qui più calda (…)”.

        Ma è al gusto che si avverte la differenza secondo il blogger. Differenza che premia “l’identità”, una delle caratteristiche del vino a cui Mandrarossa tiene di più, concentrando sforzi in termini di innovazione, ricerca, qualità e sostenibilità, proprio sulla creazione di vini di carattere, che sappiano essere immediatamente riconoscibili e si distinguano dagli altri. “Anche in questo caso è la freschezza a dominare, pur non essendo soverchiante – scrive Fiordiponti - e si apprezza una leggera morbidezza ed una dosata sapidità. Chiude rapidamente su una sensazione di ‘agrume salato’ (…)”.

        Lo Chardonnay Mandrarossa Laguna Secca è proprio questo: un intramontabile bianco conosciuto in tutto il mondo che si distingue per la sua freschezza mediterranea. Un vino fortemente identitario anche nel nome “Laguna Secca” che trae spunto da alcuni suoli del territorio, un tempo coperti da lagune di bassa profondità e oggi invece fertili e produttivi.

Share